Debiti formativi: una seconda occasione e non un castigo

L’anno scolastico non ha avuto l’esito sperato? Tuo figlio non ha raggiunto la sufficienza in tutte le materie? Adesso è fondamentale sostenerlo e approfittare intelligentemente di questa seconda opportunità.

Essere rimandati è di per sé una bella punizione che costringe allo studio per tutto il periodo delle vacanze estive, quindi evitiamo di infierire sui ragazzi con ulteriori castighi. Meglio non far saltare del tutto le loro vacanze o eliminare le uscite con gli amici.

Diamo la giusta collocazione all’obiettivo “promozione”: consideriamola come una seconda possibilità per non perdere l’anno scolastico, colmando in un tempo più lungo le lacune che non sono state affrontate nei tempi ordinari. È importantissimo frequentare i corsi di recupero organizzati dalle scuole, da abbinare a eventuali approfondimenti personalizzati, e magari approfittare del momento estivo per imparare a studiare con metodo ed evitare di trovarsi nella stessa situazione anche il prossimo anno.

Senza farsi prendere dal panico, il primo passo è preparare un piano d’attacco che consenta di arrivare sereni alla “riparazione del debito” e mentalmente pronti ad affrontare il nuovo anno da persona organizzata e vincente. Se tuo figlio non ha trovato il metodo di studio giusto per lui, che gli permetta di apprendere con facilità e rendere l’argomento interessante, di organizzare bene la giornata e arrivare preparato a sostenere prove scritte e orali, probabilmente non ha ancora provato Metodo5, il coaching per studenti che, in sole cinque sessioni, consente di identificare il percorso più in linea con il suo stile di apprendimento, facilmente applicabile e dai risultati immediati.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.