Atteggiamento e metodo: prima la mente

Fra poco le vacanze saranno finite. In giro si vedono già vetrine e scaffali pieni di zaini colorati, astucci, diari e pile di libri che presto saranno compagni di avventura di molti ragazzi. E si trovano due tipologie di studenti prossimi: quelli felici di tornare a scuola e riprendere la loro quotidianità oppure quelli timorosi di affrontare, insieme alle proprie famiglie, un rinnovato periodo di fatica, stress e tensione.

Due facce della stessa medaglia, un percorso comune a tutti i ragazzi in età scolare, che può dar vita a risultati molto diversi a seconda del modo in cui viene vissuto il rapporto con lo studio, la scuola, gli insegnanti e, di conseguenza, la famiglia.

Un buon rapporto con lo studio nasce dalla mente: per migliorare la qualità dell’apprendimento, occorre innanzitutto eliminare le abitudini legate a un atteggiamento mentale errato che costringono a faticare inutilmente.

Se sei alla guida di una Ferrari ma non sai guidare, non andrai molto lontano. Ugualmente, se possiedi una buona tecnica di studio ma un atteggiamento mentale errato, la tecnica da sola non ti servirà a molto.

Molti studenti dicono “Sono negato per la matematica“, “Non ho memoria“, “Quella materia è troppo difficile per me“, “Non ho capacità di concentrazione“. Eppure nessuno nasce negato per qualcosa o senza memoria.

Capita, invece, che durante l’arco della vita scolastica si accumulino esperienze negative che ci portano a sviluppare questo genere di convinzioni, che noi confondiamo con la realtà e che, per fortuna, possiamo correggere se lo vogliamo.

Metodo5 school è il coaching per studenti ideato per allenare la mente all’apprendimento e acquisire il metodo di studio più adatto alle proprie caratteristiche, per vivere la scuola con serenità e profitto. Contattaci per avere informazioni!

Aggiungi ai preferiti : Permalink.